Eliminare la pancetta

Eliminare la pancetta


Vi piacerebbe un addome sodo e definito al posto della pancia da bevitore di birra o dei rotoli di grasso? Le basi, per avere un addome senza rotoli di grasso sono:

  1. una sana dieta;
  2. l”attività aerobica;
  3. gli esercizi per i muscoli addominali.

Ebbene leggendo questo articolo potrete conoscere gli esercizi da effettuare per “tonificare” il vostro addome e rafforzare contemporaneamente la zona lombare. Premettendo che stiate già seguendo un regime dietetico sano e non ipercalorico (niente merendine e cibi spazzatura!), per ottenere un addome “tonico” dobbiamo abbinare due tipi di attività; una aerobica (da 30” a 60”) e una di tonificazione muscolare addominale.
Per l”attività aerobica da seguire 3 volte la settimana, lascio spazio alla vostra fantasia, scegliete un”attività fisica a voi più congeniale (bici, corsa, nuoto, step, aerobica, ecc), che vi impegnerà per 30” – 60”.
In questo articolo ci dedicheremo solo agli esercizi per il vostro addome. Molte volte infatti si esagera negli esercizi e, anziché migliorare, peggioriamo il nostro stato di forma andando incontro ai classici mal di schiena.
Una robusta muscolatura addominale è importante perché stabilizza e garantisce un sostegno alla zona lombare del nostro rachide vertebrale inoltre, essendo la cintura muscolare che congiunge la parte alta e la parte bassa del corpo, subisce dei continui impegni di contrazioni e decontrazioni per offrire e mantenere una corretta postura; proprio per quest”ultimo motivo è importante esercitare gli addominali (retto dell”addome, obliqui interni ed esterni, ed il muscolo trasverso) con movimenti lenti e controllati.
Per evitare complicazioni alla schiena, le posizioni da consigliare prevedono, come posizione di partenza, il corpo supino,le cosce perpendicolari al terreno, un angolo fra coscia e gamba di 90° e i piedi in appoggio su una sedia. Dobbiamo far lavorare solo i nostri addominali nessuna sollecitazione della regione lombare.

 1-Dalla posizione di partenza con le mani dietro la testa con i gomiti leggermente chiusi, sollevare lentamente il busto da terra fino a staccare le scapole dal suolo, dobbiamo far avvicinate il nostro busto al bacino; durante l”esecuzione non dobbiamo avvicinare il mento al petto, il movimento deve essere fluido non a scatti, espirare nella fase di salita del busto ed inspirare nella fase di discesa. Ricordiamo di mantenere sempre schiacciato il tratto lombare a terra.controllare

 

2-Dalla posizione di partenza con le mani poste sotto ai glutei, avvicinare le ginocchia al petto staccando i glutei dall”appoggio delle mani; fare attenzione a non eseguire il movimento con slancio eccessivo delle cosce, non modificare l”angolo fra coscia e gamba, espirare nella fase di avvicinamento delle ginocchia.

3- Dalla posizione di partenza con le mani dietro la testa avvicinare alternativamente il gomito sinistro al ginocchio destro e viceversa alternando i due gomiti; seguire gli stessi accorgimenti del primo esercizio.

Per quanto riguarda il numero di serie e ripetizioni dipende dal nostro grado di allenamento, possiamo iniziare come principianti a fare 2 serie da 15 ripetizioni per ogni esercizio, recuperi che vanno dai 30”” ai 60””, per i più esperti 4 serie da 30 ripetizioni per ogni esercizio con recuperi che vanno dai 15”” ai 30””.

Buon allenamento!


 

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 7 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*